top
Aprile (Page 3)

Il primo impegno di Francesco nella sua seconda giornata in Ungheria è la visita all’Istituto cattolico per ciechi e Casa speciale per bambini Beato László Batthyány-Strattmann. Con i piccoli assistiti dalla struttura il Pontefice trascorre un breve momento, poi rivolge a tutti un breve saluto. Far camminare la realtà, questo è Vangelo puro, dice. Leggi Tutto  

Quello con i poveri e i profughi nella chiesa di Santa Elisabetta d'Ungheria, la mattina di sabato 29 aprile è il primo incontro pubblico di Papa Francesco nel suo secondo giorno in Ungheria. Caritas Ungheria e Comunità di Sant'Egidio sono alcune delle realtà che hanno favorito l'integrazione delle persone provenienti da numerosi Paesi, tra i quali Ucraina e Pakistan Leggi Tutto  

L'atterraggio a Budapest, accolto da applausi e fiori, poi i colloqui con la presidente Novák e con il primo ministro Orbán nel Palazzo Sándor e il primo discorso ad autorità politiche e civili nell'ex Monastero carmelitano, sede del governo, con l'appello di pace globale. Infine l'incontro con vescovi, sacerdoti, religiosi e seminaristi nella Cattedrale di Santo Stefano, e l'abbraccio con i fedeli all'uscita: tutti gli appuntamenti del primo giorno del 41.mo viaggio apostolico Leggi Tutto  

Nel suo incontro con il clero ungherese nella concattedrale di Santo Stefano di Budapest, Francesco mette in guardia dalla mondanità della Chiesa e dal chiacchiericcio, esortando a "trasmettere la consolazione del Signore nelle situazioni di dolore e di povertà del mondo". Ricorda poi i grandi Santi ungheresi del passato: da loro l'esempio per una pastorale di vicinanza e misericordia Leggi Tutto  

Le quattro testimonianze offerte al Papa nel corso dell’incontro nella basilica di Santo Stefano a Budapest con i vescovi, i sacerdoti, i diaconi, i consacrati, i seminaristi e gli operatori pastorali ungheresi. Un anziano sacerdote fratello di un martire beato e un prete greco-cattolico speaker radiofonico e padre di sei figli, insieme ad una giovane suora domenicana e una catechista laica. "Siamo strumenti di Dio per mostrare alla nostra gente la gioia del Vangelo" Leggi Tutto  

Si aprono le porte dell’istituto Beato László Batthyány-Strattmann, nella capitale ungherese, dove Francesco si recherà in visita privata la mattina di sabato 29 aprile. Bambini non vedenti e ipovedenti, adolescenti e giovani disabili accoglieranno il Vescovo di Roma con canti e musica. “Saremo sempre grati a Dio per questo dono”, dice uno degli ospiti a poche ore dall’arrivo del Papa Leggi Tutto  

Il Paese del Medio Oriente vive una delle più gravi crisi umanitarie al mondo, provocata da un conflitto in atto dal 2015. L’area, già altamente destabilizzata, è ora ancor di più scossa dallo scoppio della crisi sudanese. Eleonora Ardemagni (Ispi): “La risoluzione della crisi e il ridimensionamento della violenza contribuirebbero alla pacificazione di quella regione” Leggi Tutto  

Nel Paese, dalla scorsa mezzanotte, era scattata l’estensione del cessate il fuoco per ulteriori 72 ore, ma già si registrano le prime violazioni. L’accordo tra esercito governativo e le forze paramilitari sudanesi di supporto rapido (Rsf) è stato raggiunto grazie alla mediazione di Stati Uniti e Arabia Saudita. Un religioso: "E' in corso un esodo di profughi verso i confini" Leggi Tutto  

Dove siamo

Congregazione SPS

Dove sono le missioni delle suore preziosine nel mondo
Dove sono suore del preziosissimo sangue nel mondo